Blog

Cellulite glutei: cause ed evoluzione

02/01/2019

Cellulite glutei: cause ed evoluzione

Di:
Cellulite glutei: cause ed evoluzione

La cellulite è una manifestazione della pelle che deforma alcune parti del corpo, conferendo alla cute un caratteristico aspetto ondulato, specie sui glutei e fianchi, che rende disarmonica la figura. Ha molti nomi diversi, da pelle a materasso a pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica, dovuto al fatto che si è molto dibattuto negli anni sul fatto di considerarla una malattia o meno; tuttavia gli effetti prodotti dalla cellulite sono noti e ben visibili.

Quale tipo di cellulite colpisce i glutei?

La cellulite si classifica in tre tipi diversi, di cui gli ultimi due colpiscono preferenzialmente il lato B, acccompagnandosi alla coulotte de cheval :

  • Cellulite molle o flaccida, che colpisce tipicamente le persone di mezza età o chi acquista o perde peso troppo velocemente, incappando nell’effetto fisarmonica. Si trova all’interno delle cosce e delle braccia. Sulle braccia si può correggere anche chirurgicamente tramite  lifting brachiale
  • Cellulite compatta, che colpisce soggetti in buona forma fisica e con una muscolatura tonica poco mobile. Si presenta dura e dolorosa alla palpazione e si trova preferenzialmente su ginocchia, glutei e cosce.
  • Cellulite edematosa, si associa spesso a quella compatta. Conferisce ai tessuti un aspetto gonfio e spugnoso ed è associata ad una cattiva circolazione venosa. Si trova sopratutto su glutei e arti inferiori.

Come si evolve la cellulite

Normalmente il tessuto adiposo è irrorato correttamente dal sangue , perciò i capillari effettuano corretti scambi metabolici con gli adipociti; a volte però la situazione può evolvere, facendo cambiare forma e consistenza al tessuto (i glutei sono di solito i primi ad esserne colpiti).

Per questo si suddivide didatticamente ad oggi la cellulite in quattro stadi , in ordine crescente di gravità, di cui i primi tre sono reversibili (al terzo stadio compare la caratteristica buccia d'arancia) ed il quarto, che è il più grave ed irreversibile, in cui i noduli si ingrandiscono, con un aumento del tessuto fibroso in risposta all’infiammazione del tessuto circostante. La pelle ha un marcato aspetto a buccia d’arancia,è ipotermica, dolente al tatto e pallida.

Le cause della cellulite 

Sono una concomitanza di cause genetiche, ormonali e vascolari, aggravate da alcuni fattori modificabili, come vita sedentaria, stress e cattive abitudini alimentari e comportamentali.

  • per cause genetiche, quando esiste nell’individuo una predisposizione genetica legata ad una cattiva circolazione, una maggiore attività ormonale e fragilità dei capillari.
  • per cause ormonali, quando la ritenzione idrica può essere scatenata da un eccessiva attività degli estrogeni.
  • Per cause vascolari, quando la compressione muscolare, l’elasticità dei vasi e la presenza di valvole che impediscono il reflusso del sangue non funzionano più come dovrebbero e causano dei ristagni che favoriscono la presenza della cellulite
  • Cause modificabili, come abiti troppo stretti, scarpe con tacchi troppo alti ,il fumo e posture scorrette favoriscono il ristagno dei liquidi. Su queste cause si può intervenire per ridurre la cellulite in modo naturale, ma sono rimedi efficaci solo se non si è giunti al quarto stadio.

Cellulite: intervenire chirurgicamente

Se nonostante gli abiti più comodi, le scarpe con un tacco più basso, l'adozione di posture corrette e l'addio alle sigarette non ci sono miglioramenti significativi, e anche i trattamenti estetici non hanno avuto effetto,  si può ricorrere alle soluzioni chirurgiche che elimineranno definitivamente il problema; se occorre ridare armonia alla figura rimodellando glutei e fianchi, si può ricorrere alla lipoaspirazione ; se invece il problema è localizzato sui glutei, si può pensare ad un intervento mirato di gluteo plastica per avere un sedere a prova di Belfie.

Richiedi una consulenza o prenota una visita

Prenota ora