Chirurgia del Volto

Trapianto capelli napoli

Trapianto tricologico

  • Trapianto tricologico
  • Trapianto tricologico
  • Trapianto tricologico

Trattamenti: Microinnesti, Lembi, Riduzione delle zone glabre, Lifting del cuoio capelluto.

DEFINIZIONI, OBIETTIVI E PRINCIPI

La calvizie è un problema mal tollerato e mal vissuto, sia dall'uomo che dalla donna.
L'avvento dei microtrapianti (microinnesti) ha trasformato tale chirurgia consentendo una riduzione dell'importanza dei gesti chirurgici e dell'ampiezza delle cicatrici residue.
Nel campo della calvizie, tuttavia, non esiste una unica tecnica da applicare universalmente.

Il principio è sempre lo stesso: prelevare dei capelli nella regione occipitale, dove risiedono capelli che non cadranno mai (perché di diversa origine embriologica), per trapiantarli nella regione fronto-temporale e parietale.

Attualmente si utilizzano quattro tipi di tecniche:

  • Microinnesti
  • Lembi
  • Riduzione delle zone glabre
  • Lifting del cuoio capelluto

Tutte queste tecniche possono essere applicate anche nello stesso paziente. Conviene analizzare accuratamente ciascun caso e prendere in considerazione più parametri: estensione della calvizie, desideri del paziente, qualità dei capelli-donatori. In funzione dell'età d'insorgenza e dell'evoluzione della calvizie, viene definita la procedura da applicare in ciascun caso.

Il vostro chirurgo dovrà conoscere tutte le tecniche elencate per consigliarvi al meglio.

PRIMA DELL'INTERVENTO

Si realizza un bilancio pre-operatorio conformemente alle prescrizioni. Qualora richiesta espressamente dal paziente un'anestesia generale, è necessario incontrare il medico anestesista al massimo 48 ore prima dell'intervento. Nessun medicinale contenente aspirina deve essere assunto nei 10 giorni antecedenti l'intervento.

Tipo di anestesia e modalità di ricovero

La maggior parte degli interventi vengono praticati in anestesia locale, associata ad una leggera sedazione, ambulatorialmente; viene pertanto consentito il rientro al proprio domicilio qualche ora dopo l'operazione. Tuttavia in alcuni casi è preferibile un breve ricovero con dimissione l'indomani dell'operazione.

L'intervento

Ciascun chirurgo adotta la tecnica che più ritiene adatta per ottenere i migliori risultati:

Trapianto tricologico

I microinnesti: viene prelevata in corrispondenza della corona occipitale una losanga di cuoio capelluto lunga dai 10 ai 20cm e larga 1,5 cm circa; questa viene successivamente tagliata in sottili strisce contenenti 1-2 file di capelli, ciascuna con il proprio bulbo. Tali strisce vengono a loro volta sezionate in micro-carote ciascuna recante da 1 a 3 capelli (microinnesti).
Altrettante perforazioni vengono praticate nella regione glabra ricevente permettendo l'impianto degli innesti. Su ciascun innesto si forma una piccola crosta siero-ematica che cade dopo circa 2 settimane, facendo cadere con sé il capello impiantato; questo ricresce dopo il 3° mese. Più sedute sono necessarie sullo stesso sito ricevente al fine di ottenere una densità di capelli adeguata. Tale intervento di superficie è mini-invasivo e si effettua in anestesia locale.

Trapianto tricologico

I lembi: La procedura consiste nel prelevare una banda di cuoio capelluto lunga dai 15 ai 18 cm e larga almeno 3 cm il cui peduncolo, necessario alla vascolarizzazione, viene preservato; tale lembo viene trasposto per colmare la regione frontale ricevente.
È la sola tecnica che consente, in un unico intervento, di apportare una forte densità di capelli nella regione frontale. Tuttavia la tecnica del lembo comporta, in alcuni pazienti, dei rischi che devono essere spiegati dal Vostro chirurgo. L'intervento si effettua in anestesia locale; può rendersi necessario qualche giorno di riposo prima di poter riprendere l'attività lavorativa.

Trapianto tricologico

Riduzione delle zone glabre: il chirurgo asporta una parte della zona glabra e richiude immediatamente il difetto sfruttando l'elasticità del cuoio capelluto.
Abitualmente si può rimuovere una zona che va dai 10 ai 12 cm di lunghezza e dai 3 ai 4 cm di larghezza. Questa tecnica è destinata unicamente alle regioni glabre e nei pazienti che abbiano una buona elasticità del cuoio capelluto. L'intervento si svolge in anestesia locale e permette una precoce ripresa delle attività. Può ripetersi due o tre volte a qualche mese di distanza.

Lifting del cuoio capelluto: è una tecnica più invasiva che associa nello stesso tempo operatorio una ampia riduzione delle zone glabre con l'applicazione di uno o due lembi destinati a coprire la regione frontale.
Tale procedimento può permettere di coprire certe calvizie estese solo in due tempi operatori. Si effettua più spesso in anestesia totale e necessita di un periodo di congedo che va dagli 8 ai 10 giorni.

DOPO L'INTERVENTO: IL DECORSO POST-OPERATORIO

È necessario prevedere un periodo di congedo dal lavoro dai 4 agli 8 giorni.
Per i microimpianti si forma una piccola crosta siero-ematica su ciascun impianto che cade in 8-10 giorni. I capelli innestati cadono con la crosta e ricrescono tra il secondo e il terzo mese. Crescono di almeno 1 cm al mese.

Nelle riduzioni delle zone glabre, nei lembi e nei lifting del cuoio capelluto, i capelli non cadono e i punti vengono rimossi verso l'8° giorno.
Lo shampoo si può praticare in genere 48 ore dopo l'operazione.
La pratica di un'attività sportiva può esser ripresa progressivamente a partire dalla 4° settimana post-operatoria.

Per qualche giorno si può avvertire una lieve cefalea, curabile con la prescrizione di analgesici.
Nel post operatorio si osservano un'edema ed ecchimosi (blu) la cui importanza e la cui durata sono molto variabili da un individuo all'altro.

IL RISULTATO

Per apprezzare il risultato dei microinnesti sono necessari dai 3 ai 6 mesi e, in tutti i casi, sono necessari almeno due interventi per ottenere una densità di capelli sufficiente.
Per le altre tecniche il risultato è immediato.

LE IMPERFEZIONI DELL'INTERVENTO

Possono derivare da una non corretta comprensione delle aspettative di risultato; consistono nella mancanza di una certa densità dopo i microinnesti, o di una ripartizione non omogenea dei capelli dopo un lembo.

LE POSSIBILI COMPLICANZE

Generalmente le vere complicanze appaiono rare dopo un intervento realizzato secondo le regole. In pratica, una grandissima parte degli interventi si svolge senza alcun problema e i pazienti sono pienamente soddisfatti del loro risultato.

Non bisogna sopravvalutare i rischi, ma prendere coscienza che un intervento chirurgico, anche se apparentemente semplice, comporta dei piccoli rischi.
Il ricorso ad un chirurgo plastico specialista, competente ed esperto nella procedura, evita tali complicanze o, nel caso si verifichino, garantisce che esse vengano correttamente gestite.

CONCLUSIONI

La chirurgia della calvizie ha fatto progressi determinanti che permettono oggi, in un gran numero di casi, di proporre una tecnica e una strategia terapeutica adattata a risolvere, sia semplicemente con microinnesti, si con altre tecniche, i principali problemi estetici derivanti dalla perdita dei capelli tanto per le donne quanto per gli uomini.
Tale chirurgia, tuttavia, non modifica in alcun modo la tendenza verso la caduta spontanea e progressiva dei capelli non trapiantati; qualora la calvizie non si sia ancora arrestata, tale evento si manifesta anche a seguito dell'intervento. È consigliato, pertanto, intervenire in condizioni di stasi del processo di calvizie, al fine di individuare meglio le aree da correggere e porre così un'indicazione terapeutica ottimale.

Specialista in Chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica

Medicina Estetica
Medicina Estetica

La medicina estetica è una branca della medicina che si occupa di tutte quelle cure ed i trattamenti medici che concernono l'estetica dell'individuo.

Chirurgia Plastica
Chirurgia Plastica

In Italia la specializzazione in Chirurgia Plastica viene conseguita dopo un periodo di formazione di 5 anni presso una Scuola Specialistica Universitaria.

Chirurgia Estetica
Chirurgia Estetica

La Chirurgia Estetica o "chirurgia dell'apparenza" trae le proprie origini dalla Chirurgia Plastica utilizzandone le medesime procedure operative.

Richiedi una consulenza o prenota una visita

Prenota ora