Chirurgia del Corpo

Lifting Brachiale caserta

Braccia e Cosce

  • Braccia e cosce
  • Braccia e cosce
  • Braccia e cosce
  • Braccia e cosce
  • Braccia e cosce
  • Braccia e cosce

Lifting braccia con la brachioplastica

La brachioplastica, o lifting brachiale, è una procedura chirurgica attraverso cui viene asportata la cute in eccesso nella parte interna del braccio, rimodellando e ridimensionando della zona la cui lassità è stata data o un dimagrimento importante o al semplice invecchiamento, determinando la comparsa di un'antiestetica plica cutanea.

Lo scopo dell'intervento è quello di ridurre la circonfrenza e il volume del braccio, andando a migliorarne il tono ed eliminare il cosidetto effetto ad "ali di pipistrello".

Tecniche chirurgiche

Le alterazioni a livello delle braccia sono classificabili in lievi e moderate-severe, in base a queste differirà anche il tipo di operazione da eseguire, e sono:

  • Liposuzione alle braccia: è indicata per pazienti giovani che presentano una buona qualità cutanea o con sindromi lipodistrofiche, come la malattia di Madelung. In questo caso le inicisioni sono praticate a livello del gomito e dell'ascella in cui viene inserita una cannula che aspira e rimuove il tessuto adiposo in eccesso.
  • Brachioplastica con incisione minima: è indicata per coloro che non hanno subito una perdita di peso importante poichè corregge solo le alterazioni localizzate. L'incisione dalla forma ovale sarà incentrata sull'ascella in modo da separare il tessuto adiposo dal piano muscolare del braccio, e recidere la parte da eliminare.
  • Brachioplastica tradizionale: è indicata per coloro che hanno subito un calo ponderale importante e quindi classificabili come pazienti con alterazioni alle braccia moderate-severe con lieve eccesso di tessuto adiposo, anche se è possibile praticarla in pazienti con una percentuale di grasso classificabile come moderata-severa e che precedentemente si sono sottoposti ad un trattamento di liposuzione.   Le due incisioni prendono la forma di una "T" che separa il tessuto adiposo sottostante dalle strutture neuro-vascolari del braccio. Una volta recisi ed eliminati i tessuti in eccesso, si ricongiungeranno le due parti facendo molta attenzione a non creare un'eccessiva tensione. 
  • Brachioplastica estesa: è inidicata per coloro che presentano una percentuale di tessuto adiposo moderata e una lassità cutanea moderata-severa. L'incisione parte dal gomito e si estende fino al torace e separa il tessuto adiposo da recidere dalle strutture neuro-vascolari del braccio. Dopo aver reciso ed eliminato la cute in eccesso viene effettuata una sutura a forma di "Z" tale da non permettere la formazione di una cicatrice retraente.

Fase pre-operatoria

Durante la prima visita dal chirurgo verrà esaminata la zona da trattare, la percentuale di cute e di tessuto adiposo da asportare, e dopo un'attenta valutazione si deciderà per la metodologia chirurgica più adatta al paziente.

Saranno prescritti esami di rutine come: elettrocardiogramma, esami del sangue e radiografia del torace.

È consigliato smettere di fumare per evitare problemi durante la fase di cicatrizzazione nonostante non siano stati riscontrati problemi causa-effetto con il tabagismo.

L'assunzione di farmaci come tachipirina e aspirina dovrà essere sospesa per evitare complicazioni durante l'intervento, e nel caso di pazienti di sesso femminile dovrà essere sospesa anche la pillola anticoncezionale.  

Successivamente al paziente sarà chiesto di firmare un consenso informato attraverso cui attesta di aver compreso il tipo di operazione cui si sottoporrà, i risultati, i rischi e le possibili complicazioni. 

Fase post-operatoria e possibili complicazioni

Nelle successive 48 ore bisognerà rimanere a riposo e con le braccia leggermente sollevate

Dopo almeno una settimana si potranno riprendere le attività di vita quotidiana evitando, però, sforzi eccessivi; mentre a partire dalla terza settimana sarà possibile riprendere anche l'attività fisica. 

 A seconda del tipo di tecnica utilizzata, le cicatrici risulteranno poco evidenti poichè posizionate in "zone d'ombra" del braccio.

Anche se riscontrate in una percentuale minima di pazienti, anche la brachioplastica comporta rischi e complicanze come:

  • Ematomi
  • Lenta rimarginazione delle ferite
  • Sieromi
  • Infezioni 
  • Deficit sensitivo e/o motorio

 

Ridimensionare e rimodellare la cute che presenta lassità non è una pratica circoscritta alla parte superiore del corpo, ma si estende anche a quella inferiore come, ad esempio, l'interno coscia.

Rimodellare le gambe con il lifting

Avere delle gambe toniche e snelle è il cruccio di ogni donna, putroppo capita che una corretta alimentazione e l'esercizio fisico non bastino, soprattutto se si parla di zone "difficili".

Il rilassamento di queste zone può essere data da un calo ponderale importante, da uno stile di vita sedentario o dal semplice scorrere del tempo.  

Il lifting alle gambe prevede l'asportazione della cute in eccesso localizzata nella parte interna della gamba, ed eventualmente anche alla zona sottoglutea, così da restituire una forma quanto più armoniosa possibile alla gamba.

Il lifting alle gambe può essere eseguito in due modalità: la liposuzione classica e la liposuzione con fili di sospensione. Quest'ultima, oltre ad apirare ed eliminare il grasso in eccesso, prevede l'inserimento di fili di sospensione per innalzare la cute ed ottenere un risultato più tonico e levigato.

Le cicatrici, data la zona, sono pressocchè invisibili.

I risultati sono permanenti, tuttavia non è possibile escludere un eventuale ritocco.

Specialista in Chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica

Medicina Estetica
Medicina Estetica

La medicina estetica è una branca della medicina che si occupa di tutte quelle cure ed i trattamenti medici che concernono l'estetica dell'individuo.

Chirurgia Plastica
Chirurgia Plastica

In Italia la specializzazione in Chirurgia Plastica viene conseguita dopo un periodo di formazione di 5 anni presso una Scuola Specialistica Universitaria.

Chirurgia Estetica
Chirurgia Estetica

La Chirurgia Estetica o "chirurgia dell'apparenza" trae le proprie origini dalla Chirurgia Plastica utilizzandone le medesime procedure operative.

Richiedi una consulenza o prenota una visita

Prenota ora